Qualsiasi aiuto tu voglia dare a tuo figlio a scuola, non perdere altre 24 ore, clicca qui.

24/ott/2014

Ricerca AIRIPA 2014: modalità intervento dislessia





Interventi a casa o con operatore? Modalità e tempi di potenziamento a confronto nella Dislessia Evolutiva

Ogni percorso diagnostico per Dislessia prevede un progetto di intervento specifico predisposto per più ambiti.

A scuola adoperiamo le modalità didattiche per i DSA (descritte nel PDP), mentre sia a casa che presso l’operatore, tra i vari interventi, si adoperano soprattutto i cicli di potenziamento.

20/ott/2014

La diagnosi di "BES" non esiste, scopriamo perchè.



Non esiste la “diagnosi di BES” ma necessità di Bisogni Educativi Speciali a  scuola
“Mio figlio ha un BES”, “Nella relazione vi è messo diagnosi di BES”, oppure ancora, alla domanda: “Che diagnosi ha? Di BES”: Sono tutte affermazioni errate, inesatte e difformi da ogni normativa e documento ufficiale.

Cos'è la Dislessia ?





La Dislessia è un Disturbo Specifico dell'Apprendimento (DSA). Con questo termine ci si riferisce ai soli disturbi delle abilità scolastiche ed in particolare a: DISLESSIA, DISORTOGRAFIA, DISGRAFIA E DISCALCULIA.

17/ott/2014

Condurre un incontro a scuola per Dislessia in 4 momenti utili





Ascoltando i nuovi genitori e colleghi che incontro ogni giorno e leggendo le storie di molti altri nei gruppi web sui DSA (qui il nostro gruppo “DSA: domande & risposte”), noto con dispiacere che capita con troppa frequenza di esperienze deludenti nello stilare ed applicare un PDP a scuola per Dislessia o Disturbi Specifici di Apprendimento.



In questo post vorrei raccontare la nostra meravigliosa esperienza in questo tipo di incontri sperando che quanto segue possa essere utile agli Esperti in Dislessia e DSA che ogni giorno conducono gli incontri a scuola. Ecco i 4 punti:

16/ott/2014

I Bisogni Educativi Speciali temporanei




 Alcuni BES possono essere anche temporanei.
 
I Bisogni Educativi Speciali, come abbiamo visto nel precedente post (qui) sono di tre tipi: 1- alunni con certificazione di disabilità, 2- con disturbi evolutivi (DSA, ADHD, etc) e 3- alunni nell’area dello svantaggio socio-economico, linguistico e culturale.
Per questi ultimi, essendo previsti interventi verificati nel tempo, gli aiuti si attuano solo fin quando serve.

13/ott/2014

Chi sono gli alunni BES?



La scuola individua gli studenti con Bisogni Educativi Speciali in tre modi, attraverso: certificazione, diagnosi o da considerazioni didattiche.

“Vi sono comprese tre grandi sotto-categorie: quella della disabilità; quella dei disturbi evolutivi specifici e quella dello svantaggio socio-economico, linguistico, culturale” (punto 1, Dir. M. 27/12/2012)

Gli alunni con BES sono una di queste tre categorie: